REGOLAMENTO EMAS – (CE/1221/2009) Sistema Comunitario di Ecogestione e Audit

REGOLAMENTO EMAS

(CE/1221/2009) Sistema Comunitario di Ecogestione e Audit

Accreditamenti

Cyprus Certification Company è accreditata Esyd per l’emissione delle certificazioni EMAS, ed è verificatore autorizzato da Accredia attraverso accordo in Joint Venture con GCERTI ITALY per l’emissione in Italia e la successiva richiesta di registrazione del marchio.

Che cos’è il regolamento EMAS?

Il primo regolamento EMAS n. 1836 è stato emanato nel 1993 e sostituito, nel 2001, dal Regolamento n. 761, a sua volta  sottoposto a revisione e sostituito, nel 2009, dal nuovo Regolamento n. 1221.La nuova normativa abroga il Regolamento CE n.761/2001 e le decisioni della Commissione 2001/681/CE e 2006/193/CE.

Al Sistema Comunitario di Ecogestione e Audit (EMAS = Eco-Management and Audit Scheme) possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche che private, aventi sede nel territorio della Comunità Europea o al di fuori di esso che desiderano impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale.

EMAS, in quanto strumento importante del piano d’azione «Produzione e Consumo Sostenibili» e «Politica Industriale Sostenibile», è teso a:

  • promuovere il miglioramento continuo delle prestazioni ambientali delle organizzazioni mediante l’istituzione e l’applicazione di sistemi di gestione ambientale
  • valutare sistematicamente, obiettivamente e periodicamente le prestazionidi tali sistemi
  • offrire informazioni sulle prestazioni ambientali
  • tenere un dialogo aperto con il pubblico e le altre parti interessate
  • coinvolgere attivamente con adeguata formazione il personale delle organizzazioni interessate.

Come ottengo la certificazione regolamento EMAS?

I nostri esperti hanno l’esperienza necessaria per fare in modo che il processo sia il più agevole possibile e che la tua azienda possa ottenere il massimo dei benefici. Il processo inizia con una richiesta di certificazione da parte dell’organizzazione, prosegue con la scelta del team di audit e con la pianificazione delle verifiche in campo. Gli audit prevedono fasi distinte:

  • verifica iniziale
  • verifica documentale della Dichiarazione Ambientale
  • verifica di convalida della Dichiarazione Ambientale

Dopo la redazione della Dichiarazione Ambientale, il soggetto richiedente potrà inoltrare all’Autorità Nazionale Competente, la Domanda di Registrazione EMAS.
Ottenuta la Registrazione, l’organizzazione riceve un numero che la identifica nel Registro Europeo e ha diritto ad utilizzare il logo EMAS nelle proprie comunicazioni, elemento di garanzia di una pianificata e sistematica attenzione alle problematiche ambientali.


Punti Chiave

Il Regolamento prevede l’obbligatorietà di:

  • esistenza di un SGA, Sistema di Gestione Ambientale (v. ISO 14001 )
  • redazione di un’analisi ambientale
  • effettuazione di audit interni
  • redazione di una Dichiarazione Ambientale (DA) e sua convalida (previa verifica) da parte di un verificatore ambientale (accreditato o abilitato a seconda della scelta del Paese membro in cui avviene la registrazione)
  • registrazione ufficiale dell’Organismo Competente (in Italia il Comitato per l’Ecolabel e per l’Ecoaudit – Sezione EMAS) per poter ottenere anche l’uso del logo Emas.

Per Verifica si intende una procedura di valutazione della conformità svolta da un verificatore ambientale al fine di accertare che l’analisi ambientale, la politica, il SGA, l’audit ambientale interno e la sua attuazione siano conformi alle disposizione del 1221/2009.

Per Convalida si intende la conferma, da parte del verificatore ambientale che ha svolto la verifica, che le informazioni, i dati contenuti nella DA aggiornata e le eventuali ulteriori informazioni ambientali siano affidabili, credibili e corretti e che soddisfino le disposizioni del Regolamento 1221/2009.

Vantaggi

L’adesione al regolamento EMAS consente:

  • la riorganizzazione interna e la conseguente crescita dell’efficienza
  • la riduzione dei costi a seguito di una razionalizzazione nell’uso delle risorse e nell’adozione di tecnologie più pulite
  • la crescita della motivazione dei dipendenti e della loro partecipazione, con conseguente riduzione delle conflittualità interne
  • la creazione di un rapporto di maggiore fiducia con gli organismi preposti al controllo ambientale e con quelli che rilasciano le autorizzazioni
  • la riduzione delle probabilità di eventi che possono arrecare danno all’ambiente
  • l’aumento delle garanzie rispetto delle normative ambientali
  • la crescita delle conoscenze tecnico-scientifiche e il loro uso per il miglioramento continuo delle prestazioni ambientale
  • la riduzione del carico burocratico (corsie preferenziali) per le organizzazioni aderenti ad EMAS
  • l’aumento delle garanzie di accesso ai finanziamenti per le piccole imprese
  • l’incremento del valore patrimoniale per la garanzia di una corretta gestione ambientale che ne esalta la valutazione.

Documenti utili

File Descrizione Dimensione del file Download
Regolamento-EMAS-CE-1221_2009 2 MB 49
Regolamento-EMAS-UE-2017_1505 425 KB 45